Print Friendly, PDF & Email

 

 

Gli spaghetti! Il piatto della cucina italiana più famoso nel mondo! E dire che la ricetta per avere un ottimo piatto di spaghetti al pomodoro è veramente banale. Nessuna cura particolare, solo un semplice metodo di cottura del pomodoro, che anche i meno esperti sapranno fare senza problemi. E ti insegnerò due modi diversi di realizzare questa ricetta, entrambi di sicuro successo. Vediamo come cucinare un ottimo piatto di spaghetti al pomodoro!

  • 200 gr di pasta (spaghetti o quello che preferisci)
  • 500 gr di pomodori perini da sugopomodorini rossi tipo a grappolo
  • due spicchi d’aglio
  • olio extravergine d’oliva, circa 8 cucchiai
  • sale quanto basta
  • 8 foglie di basilico fresco
  • grana padano grattugiato (a piacere)

pentola per la cottura della pasta

padella per la cottura dei pomodori oppure

teglia da forno

carta da forno

 

 

 

PROCEDIMENTO

Per prima cosa prepara il pomodoro.

Puoi scegliere tra il primo metodo, sul fornello, o il secondo metodo, al forno. Entrambi ti daranno un buon risultato, quello sul fornello più velocemente, l’altro un po’ più lento.

Vediamoli:

Metodo 1: cottura in padella sul fornello

1- mettere nella padella l’olio extravergine d’oliva e gli spicchi d’aglio sbucciati;

2- tagliare a metà i pomodorini e metterli insieme a olio e aglio;

3- salare bene;

4- mettere sul fornello medio, accendere a fiamma moderata, mettere il coperchio e fare andare per cinque minuti, magari abbassando un po’ la fiamma a metà cottura.

Metodo 2: cottura al forno

1- foderare la teglia con la carta da forno, accendere il forno a 180° funzione GRILL;

2- tagliare i pomodorini a metà e metterli in una ciotola con l’olio, gli spicchi d’aglio tagliati in quattro e il sale. Mescolare bene;

3- posizionare i pomodorini sulla teglia con la parte tagliata in alto, in un unico strato;

4- mettere la teglia in forno e far cucinare per 20/25 minuti sino a che non saranno un po’ bruni e asciutti.

Metti nella pentola l’acqua della pasta, circa un litro e mezzo. Quando l’acqua bolle metti il sale (1 manciata), “butta” gli spaghetti o il tipo di pasta che hai scelto. La cottura è indicata sulla confezione della pasta, appena l’acqua avrà ripreso il bollore puoi far partire il timer. Prima di scolarla assaggiala per verificare che sia cotta davvero. 

Scola la pasta e mettila in una ciotola capiente. Aggiungi il condimento e mescola bene. Adesso puoi aggiungere un paio di fogli di basilico spezzettate grossolanamente a mano e mescolare. 

Presentazione del piatto

Servi la pasta nei piatti. Ti serviranno due/tre foglie di basilico intere per ogni piatto come guarnizione. Il parmigiano va portato a tavola in una formaggiera: ognuno ne metterà quanto ne vuole.

 

 

Ma chi l’ha detto che le ricette semplici non sono quelle più amate? Se vuoi dirmi come la pensi lasciami un commento qui sotto.