Print Friendly, PDF & Email
passaporto COVID 19

CHE COS’È IL GREEN PASS?

Negli ultimi mesi si è molto parlato di trovare una soluzione che permettesse la ripresa della libera circolazione e anche semplicemente la partecipazione a manifestazioni, feste, eventi in generale, circostanze dove necessariamente c’è aggregazione e affollamento di persone,  tenendo sotto controllo  la situazione epidemiologica.

La risposta dei governi di vari stati in Europa e anche nel mondo è stata la creazione di un passaporto per la libera circolazione – chiamato GREEN PASS proprio per evidenziare il via libera in questo periodo di transizione fino a quando non saremo usciti davvero dalla pandemia.

Si tratta di  un certificato digitale,  che si può stampare e che contiene un QR Code e un “sigillo elettronico qualificato”. In Italia viene emesso dal Ministero della Salute.

Ci sono stati vari cambi di rotta nel messaggio dato dal Governo Italiano sul green pass: inizialmente il passaporto verde avrebbe permesso di dimostrare di non essere affetti dal virus COVID 19. Veniva rilasciato a chi aveva aderito alla campagna vaccinale, a chi era guarito dal Covid e anche a chi si era sottoposto a tampone ed era risultato negativo.

Ma negli ultimi mesi, con il numero sempre maggiore di vaccinati ma anche di persone positive al virus (nonostante la vaccinazione…) il Governo Italiano ha dato al green pass un ruolo che non avremmo mai creduto possibile in una democrazia come la nostra: il certificato è diventato l’unico documento valido per poter condurre una vita “normale”. E il suo nome viene accentuato dall’aggettivo “rafforzato”. Si, il Green Pass Rafforzato è il SUPER green pass , indispensabile per tutte le attività della gestione ordinaria della vita di tutti i giorni. Addirittura senza il Super GP non si potrà prendere l’autobus al mattino per andare a lavorare!  

Come si ottiene il SUPER Green Pass?

Le possibilità per avere il SUPER Green Pass sono:

1- aver completato il ciclo vaccinale con le due vaccinazioni e, se sono passati più di sei mesi, anche con la terza dose;

2- aver contratto il Covid ed essere guariti negli ultimi sei mesi (a seguito di esame sierologico).

Dopo ciascuno di questi casi il Ministero della Salute invia un sms al numero di cellulare che hai fornito con un codice, chiamato AUTHCODE, che servirà per scaricare il certificato.

Il certificato è comunque scaricabile in qualsiasi momento con lo SPID oppure con la CNS.

 

Come si scarica il SUPER Green Pass?

Per scaricare il SUPER Green Pass ci sono diverse strade.

1- collegandosi al sito del Governo con la tessera sanitaria e il codice Authcode; 

2- aprendo il proprio fascicolo sanitario elettronico con lo SPID (si tratta della firma digitale, la puoi fare gratuitamente in Posta);

3- scaricando sul proprio cellulare la app “Immuni” o la app “IO”: avrai comunque bisogno dello SPID oppure della CIE – carta di identità elettronica e del relativo codice pin;

4- chiedendo lo scarico del certificato al proprio medico o in farmacia: dovrai avere la tua tessera sanitaria e il documento di identità. 

A cosa serve il SUPER Green Pass?

In questo momento il Governo sta ancora decidendo sino a dove spingere l’obbligatorietà del Super Green Pass. L’unica certezza è che dal 10 gennaio 2022 se non si possiede il SUPER Green Pass la vita sarà molto ma molto dura.

Il SUPER Green Pass servirà a:

– andare al cinema, al teatro, al ristorante se al chiuso, ma anche al bar per bere un caffè anche se in piedi;

– andare in palestra e in piscina; 

– partecipare a eventi pubblici o privati: nell’ambito personale per esempio ai matrimoni, e nell’ambito professionale agli eventi fieristici;

– per viaggiare in aereo o in treno (viaggi di lunga percorrenza) ma anche per i banali viaggi di breve tragitto come quelli sui mezzi pubblici cittadini.

Puoi trovare tutti gli approfondimenti qui.

Se non hai ricevuto l’Authcode oppure l’hai smarrito cosa puoi fare?

Gli utenti che non hanno ricevuto o hanno perso l’AUTHCODE possono entrare in questo sito indicando il codice fiscale, la data della vaccinazione, tampone negativo, data primo tampone positivo per i guariti) e l’email a cui vogliono ricevere l’AUTHCODE.