Print Friendly, PDF & Email

SI PUO’ risparmiare in vacanza in alta stagione?

Se, come me, non puoi partire in altri periodi ma solo in alta stagione, risparmiare non è facile.

Se cerchi informazioni e fai un giro su internet ti renderai conto della sfilza di consigli inutili che ci sono per risparmiare in vacanza. Del tipo, vai in ostello, evita spese superflue, cammina molto… Pazzesco che certi articoli possano avere successo propinando a chi li legge consigli talmente demenziali da essere offensivi!

Ma se devo andare in vacanza e vivere come un barbone, scusa, resto a casa mia!!

Comunque, eccomi qui con un nuovo articolo della rubrica di lifestyle.

Come risparmiare in vacanza? E soprattutto, come risparmiare viaggiando in alta stagione?

Risparmiare non è sinonimo di bassa qualità. Risparmiare per me significa avere quasi lo stesso servizio ad un prezzo inferiore.

Tutte le strategie che troverai in questo articolo sono quelle che uso abitualmente io quando organizzo un viaggio. Prova anche tu!

Indice dei contenuti

1

Cercare di risparmiare sulle spese più importanti

2

Noleggio auto si o no

3

Come gestire i pasti per risparmiare

4

Conclusioni

1

Cercare di risparmiare sulle spese più importanti

1.1

La prima domanda che devi farti è, quali sono le spese che incidono di più sul mio budget di viaggio? I biglietti aerei, assolutamente!

Risparmiare sul costo dei biglietti aerei è abbastanza semplice. Fondamentale è giocare d’anticipo e non avere delle date di viaggio troppo rigide. Prenotando i biglietti aerei almeno sei mesi prima il risparmio è assicurato. Inoltre anche in alta stagione ci sono delle date con tariffe più basse di altre: se hai un minimo di elasticità, consultando il calendario dei prezzi potrai risparmiare ulteriormente.

Risparmiare non significa accettare di fare quaranta scali e metterci tre giorni per arrivare a destinazione! Il tempo in vacanza è prezioso, bisogna valutare bene vantaggi e svantaggi.

1.2

Altra spesa importante è quella per l’alloggio. Non prenderò in considerazione le soluzioni estreme, tipo l’ostello della gioventù in camerata da dieci o il campeggio faidate. L’alloggio che scelgo è un hotel o un appartamento, con caratteristiche di comodità e qualità. 

Anche in questo caso giocare d’anticipo aiuta. Infatti le soluzioni migliori al prezzo più allettante sono le prime ad essere prenotate. Utilizza i vari siti di comparazione prezzi per avere un’idea precisa della tariffa più competitiva, magari con la cancellazione gratuita così da non correre troppi rischi in caso di cancellazione.

Su Airbnb si trovano appartamenti a buon prezzo e in belle zone. Nella mia esperienza piuttosto limitata con Airbnb ti posso dire che non tutti abbiamo la stessa idea di pulizia e a volte mi sono pentita di non aver speso qualcosa in più ed essere andata in hotel. Comunque a volte ci vuole anche un po’ di fortuna!

2

Noleggio auto si o no

Noleggiare l’auto potrebbe farti risparmiare perchè questo ti permette di fare in autonomia le escursioni che diversamente dovresti prenotare in un’agenzia turistica pagandole profumatamente. A volte però il noleggio auto non è indicato o è talmente costoso da non valerne affatto la pena. Fai una lista dei costi e dei benefici e decidi di conseguenza.

3

Come gestire i pasti per risparmiare

La mia regola da viaggiatore è, un solo pasto principale al giorno. Di solito la cena. Questo lo faccio sia per non sottrarre tempo a cose più interessanti che per risparmiare soldi.

La colazione, se non è compresa nella tariffa dell’hotel, la organizzo comprando qualche succo di frutta e qualche barretta. In molti hotel c’è il bollitore, porto bustine di the da preparare al posto del caffè. Una volta usciti dall’hotel si può andare ovunque per bere un buon caffè. 

Il pranzo di solito consiste in un panino, un’insalata o un po’ di frutta. Spesso mi capita di fermarmi al supermercato per comprare quello che mi serve, con un risparmio notevole rispetto al bar (e scegliendo gli ingredienti che preferisco). Oppure negli ultimi tempi di frequente ho trovato molti supermercati con il reparto gastronomia veramente ben fornito.

A cena, l’unico pasto che faccio al ristorante, scelgo dove posso locali poco turistici, verifico le recensioni su Tripadvisor e guardo i prezzi. Così il rischio di mangiar male ed essere pelati si riduce molto. 

Un trucco che molte volte mi è stato utile è quello di portare in valigia le posate di plastica (le ho comprate da Ikea, robuste e colorate) che sono utilissime anche solo se, per esempio, vuoi mangiare uno yogurt al volo.

Se fai seriamente i conti di quanto spendi per cibi e bevande ti renderai conto che la cifra è altissima!

Ma se per te è irrinunciabile frequentare i bar e i ristoranti, potresti scegliere delle mete dove il costo della vita è veramente contenuto! Per esempio, la Croazia d’estate, oppure i paesi asiatici tipo Thailandia e Malesia, il sudamerica, e molti altri. 

4

Conclusioni

Come hai letto, le regole per risparmiare in vacanza non sono molte ma dovrai seguirle tutte se vorrai ottenere dei risultati.

Con un po’ d’attenzione riuscirai a ridurre il tuo budget senza rinunciare alle cose essenziali del tuo viaggio.

Risparmio si, ma solo quando è intelligente!

Perchè comunque la vacanza è diversa per ciascuno di noi, ognuno ha un modo diverso di viaggiare.

Condividere le proprie esperienze porta sempre il vantaggio del confronto.

Condividi anche tu le tue strategie di viaggio!

Carmen