Print Friendly, PDF & Email

Week end a Barcellona

 

Barcellona è una meta meravigliosa anche solo per un week end! Inverno o estate, non subisce la stagionalità, è sempre bellissima. Insieme a Londra, è la città in Europa dove sono stata più spesso. 

Ma al contrario della capitale inglese, a Barcellona il tempo è sempre mite e il sole splende per la maggior parte dell’anno. E poi,  c’è anche il mare!

 

 

Partenza venerdì mattina / rientro domenica sera

Voli: da Milano Orio al Serio a Barcellona El Prat  – compagnie Ryanair, Easyjet, Vuelig. Prezzo minimo (ricerca un paio di mesi prima e non in periodi di alta stagione): andata e ritorno da € 40,00 a persona prendendo il volo del mattino presto di venerdì e quello della sera di domenica (al totale va aggiunto il prezzo per la scelta del posto e l’eventuale bagaglio aggiuntivo)

Hotel: Nel quartiere del Barrio Gotico il mio hotel è il Catalonia Avinyò. PREZZI: Camera doppia standard veramente moderna, comoda e funzionale a circa 80 euro a notte.

Dall’aeroporto di El Prat il modo più comodo a mio parere per arrivare in centro è prendere la metropolitana. La linea che arriva direttamente in aeroporto è la arancione L9S (ferma a tutti i terminal) e costa 5,15 euro. E’ compresa nell’abbonamento Hola Barcelona che puoi comprare qui con un piccolo sconto.

 

Barcellona è una città da visitare in tutte le stagioni. Particolarmente indicata per passarci il Capodanno e in estate per intervallare le visite culturali alla spiaggia e al mare.

 

Ho preparato tre itinerari:

 

il primo per chi visita Barcellona per la prima volta,

vai

il secondo per chi ha già visto le attrazioni principali

vai

il terzo per chi vuole godersi anche le spiagge nella stagione estiva

vai

Primo itinerario:

due giorni per gustare l’essenza di Barcellona

primo giorno: sulle orme di Antonio Gaudì

L’architetto Antonio Gaudì ha sviluppato qui la sua forte identità artistica, il suo nome è strettamente legato alla città e le sue opere sono diventate il simbolo di Barcellona nel mondo

Ecco le migliori attrazioni da visitare in un giorno

 

La Sagrada Familia

Ricordo la prima volta che sono entrata in questa meravigliosa chiesa. Parlo di circa vent’anni fa. La cosa che più mi colpì fu lo sterrato all’interno della struttura. Ho in mente il ricordo dei teli di plastica, delle impalcature e della polvere. Perchè la Sagrada Familia non era ancora stata terminata (non lo è neanche adesso!) e il visitatore entrando si trovava in un cantiere attivo. 

Visitare una cattedrale ancora in costruzione mi aveva portato indietro  in un’altra epoca. Mi ero sentita onorata di poter assistere all’evoluzione di una costruzione così particolare e unica. 

La Sagrada Familia è vera opera d’arte, in ogni suo dettaglio.

La costruzione ha avuto inizio nel 1882 e Gaudì ebbe l’incarico nel 1883. Aveva poco più di trent’anni! Lavorò a quest’opera tutta la vita, sino alla sua morte nel 1926 (morì travolto da un tram!). La previsione di fine lavori è per il 2026, cent’anni dopo la sua morte. Ma, come per tutti i progetti di questa portata, le date non solo indicative.

Come arrivare: indirizzo: carrer de Mallorca 401. Prendi la metropolitana L2 (viola) o L5 (blu) fermata Sagrada Familia. 

Orari d’apertura: mesi invernali ore 9/19; mesi estivi 9/20. Entrata a pagamento, prezzi a partire da 20 euro.

prenota il tuo biglietto saltalafila!

Sagrada Familia entrata principale
Sagrada Familia

Casa Batllò

L’edificio, piuttosto anonimo, venne acquistato da un certo signor Batllo, che diede incarico all’architetto Gaudi’ di ristrutturarlo. Si trattava di una costruzione della classica struttura alta e stretta, una casa senza grandi attrattive. 

I lavori durarono circa tre anni. Alla fine, il risultato fu sorprendente

Come in tutte le sue opere, con Casa Batllò Gaudì ha voluto creare qualcosa di unico, senza però dimenticare che la casa sarebbe stata poi abitata. 

Casa Batllò è la fusione perfetta tra funzionalità e arte

Rispecchia appieno l’interpretazione di Gaudì della natura: le linee curve a simulare il moto ondoso del mare, le piastrelle di un azzurro lucido per riflettere la luce per accentuare la sensazione del movimento dell’acqua. Gli interni sono stati studiati per dilatare lo spazio,  giocando con le forme rotonde dei soffitti e delle colonne, allargando le finestre e creando delle nicchie funzionali.

Come arrivare: indirizzo: Passeig de Gracia 43. Prendi la metropolitana sino alla fermata Passeig de Gràcia, linea verde L3, viola L2 e gialla L4. Orari d’apertura: sempre dalle 9 alle 21. Entrata a pagamento: adulti 25€, bambini gratis fino a 7 anni.

Vuoi prenotare una visita diversa dal solito? Prova questa!

Esperienza straordinaria!

Sagrada Familia entrata principale

Parc Guell

Gaudì ha realizzato quest’opera cercando di fondere la natura e le sue creazioni in modo da mantenere un equilibrio ideale

I lavori iniziarono nel 1900 commissionati dal signor Guell, già cliente dell’architetto Gaudì.

Morto Guell, nel 1922 il parco venne donato dagli eredi alla città di Barcellona.

Parc Guell è un’attrazione imperdibile. Quando varcherai l’ingresso del parco ti sentirai trasportato in una realtà fiabesca: appena dentro ci sono due casette dalla distintiva forma dalle linee arrotondate, subito dopo si trova la scalinata sulla quale è stata appoggiata la famosissima salamandra in mosaico colorato.

Andando avanti, superato il “colonnato greco”, arriverai alla Plaza De La Naturaleza, progettata per simulare un antico “teatro”, con le stesse funzioni di ospitare eventi culturali, feste, manifestazioni. La piazza è orlata da un bellissimo parapetto decorativo,  che forma delle panchine tutto intorno al perimetro. Da qui si gode di una bellissima vista della città!

Come arrivare: indirizzo: carrer d’Olot. Prendi l’autobus n. 24 (in plaça Catalunya o in Passeig de Graçia). Orari d’apertura: sono diversi a seconda del periodo. Guarda il sito ufficiale

Entrata a pagamento: adulti 10€; bambini 7/12 anni e anziani over-65 anni 7€.

Prenota i tuoi biglietti qui.

Park Guell

secondo giorno: il centro storico e la collina di Montjuic

La Ciutat Veilla e El Barrio Gotico

Ti trovi nella parte più antica della città, e non ti nascondo che questa è la mia zona preferita!

Il centro storico di Barcellona è molto affascinante. E’ bellissimo passeggiare nei vicoletti che si intrecciano, scegliere uno dei moltissimi ristoranti e dei localini per passare la serata, curiosare nei negozietti di artigianato locale. 

Visita culturale: la basilica di Santa Maria del Pi – indirizzo: Plaça del Rei. 

Come arrivare: metropolitana fermata Liceu, linea verde L3 o fermata Jaume I, linea gialla L4.

Ciutat Vella
ciutat vella

La collina di Montjuic e il castello

Prendi la funicolare e sali sulla collina di Montjuic! Potrai fare una bella passeggiata e visitare il castello e i giardini. Passerai un bel pomeriggio e avrai l’occasione di fotografare Barcellona dall’alto! 

Come arrivare: per prendere la funicolare, metropolitana fermata Parallel linea viola L2 o linea verde L3. Orari d’apertura del castello: 10/18 da novembre a febbraio, 10 /20 da marzo a ottobre. Entrata a pagamento: biglietto 5€ – GRATIS: minori di 16 anni, ogni domenica dopo le ore 15, ogni prima domenica del mese.

Vuoi fare il giro panoramico in teleferica? Compra i biglietti prima di partire!

Castello Montjuic

Barcellona da mangiare!

La Boqueria

Il mercato più famoso e uno dei più grandi di Spagna con circa 300 bancarelle!

La Boqueria risale al 1836, e sorge dove una volta c’era il convento di San Josep. Inizialmente solo mercato all’aperto, fu coperto nel 1840 e solo nel 1914 fu inaugurata la struttura di ferro che puoi vedere ancora oggi.

Si vendono generi alimentari di ogni tipo e di molte nazionalità.

Coloratissimo e frequentatissimo, è molto divertente da visitare. Mi sono fermata spesso qui per pranzo, acquistando qualcosa da mangiare al volo: oltre al fast food, ci sono moltissimi ristoranti e locali dove ci si può sedere e pranzare comodamente. Ma se sei come me, sempre di fretta, ti consiglio di provare un buonissimo frullato di frutta fresca, economico e gustoso!

Come arrivare: indirizzo: La Rambla 91, metropolitana Liceu, linea verde L3. Orari d’apertura: lun./sab. 8 /20:30.

ciutat vella

Secondo itinerario,

per chi ha già visto le attrazioni principali

La Fontana Magica

E’ un bellissimo spettacolo di giochi d’acqua con musica e luci colorate. Veramente suggestivo!

Si svolge ovviamente all’aperto, ti consiglio di arrivare una mezz’oretta prima dell’inizio per occupare la postazione con la visuale migliore.  E’ assolutamente gratis!

Giorni e orari degli spettacoli: venerdì e sabato dalle ore 19 alle 20:30 (marzo) – venerdì e sabato dalle ore 21 alle 22:30 (aprile e maggio) – da giovedì a domenica dalle ore 21:30 alle 23 (giugno, luglio e agosto) – venerdì e sabato dalle ore 21 alle 22:30 (settembre e ottobre) – venerdì e sabato dalle ore 19 alle 20:30 (novembre e dicembre) – chiusura: 7 gennaio a fine febbraio. 

Indirizzo: Plaça Carles Buigas – come arrivare: metropolitana fermata Espanya, linea rossa L1 o verde L3. 

ciutat vella

PORT VELL

Il porto vecchio, in fondo alla Rambla, dopo la statua di Cristoforo Colombo.

La zona è veramente molto bella da vivere alla sera, piena di locali dove mangiare e bere qualcosa. Da qui, con una piacevole passeggiata, arriverai alla Barceloneta, la spiaggia più famosa di Barcellona.

Come arrivare: metropolitana Drassanes, linea verde L3 o Barceloneta, linea gialla L4.

 

ciutat vella
ciutat vella

TIBIDABO

Sulla collina di Tibidabo potrai passeggiare, fare delle belle foto del panorama, visitare il Tempio del Sacro Cuore ed entrare al famoso parco di divertimenti per fare un paio di giri sulle giostre.

Come raggiungerla: l’indirizzo è Plaça del Tibidabo 3, partendo da Plaça Catalunya potrai prendere il Tibibus, in metropolitana prendi la linea marrone L7 fermata Av. Tibidabo e poi il bus 196 fino alla Funicolare. Ingresso a pagamento: potrai controllare gli orari di apertura e comprare i biglietti sul sito ufficiale.

 

Tibidabo

MUSEO PICASSO

Il museo espone moltissime opere di Picasso.

Dove si trova: carrer Montcada 15-23. Metropolitana fermata Jaume 1, linea gialla L4. Orari d’apertura: tutti i giorni 9/19, il giovedì chiude alle 21.

Giorno di chiusura: lunedì.

Entrata a pagamento: biglietto intero 12€, ridotto 7€ per i ragazzi dai 18 ai 25 anni e gli over 65, gratis per gli under 18 e gli studenti universitari.

Entrata GRATIS: la prima domenica di ogni mese, il giovedì dalle 16:00 alle 19:00, nelle giornate di porte aperte (12,13 febbraio, 17 maggio, 24 settembre e 18,19,20 di dicembre).

Prenota prima il biglietto e salta la fila!

 

Tibidabo

MACBA

Il Museo d’Arte Contemporanea si trova nel quartiere Raval.

Situato nel centro storico di Barcellona, il Raval in passato ha sofferto di un forte degrado dovuto anche al fatto che qui vivevano quasi esclusivamente immigrati. 

La riqualificazione del quartiere ha avuto inizio proprio quando si è deciso di far sorgere qui il Macba. La conseguenza è stata l’apertura di molte attività legate al turismo, e una rinascita generale del quartiere. 

Il museo di arte contemporanea ha aperto nel 1995 ed è ospitato in un edificio molto particolare, tutto bianco in vetro e alluminio, progettato da un famoso architetto americano, Richard Meier. 

Le mostre sono interessanti e cambiano continuamente. Il museo vuole rappresentare l’arte contemporanea in ogni sua forma, organizzando eventi e sperimentazioni innovativa. 

E’ possibile usufruire gratuitamente dei tour con guida: dopo aver acquistato il biglietto, sarà sufficiente recarsi al punto di ritrovo qualche minuto prima dell’inizio del tour.

C’è anche una sezione dedicata ai più piccoli, per rendere l’esperienza divertente e istruttiva. 

Indirizzo: Plaça dels Angels 1. Come arrivare: metropolitana fermata Catalunya linea verde L3 e rossa L1. Orari d’apertura: per gli orari e i biglietti guarda il sito ufficiale.

 

Tibidabo

FUORI CITTA’

MONTSERRAT

La montagna di Monserrat si trova a circa 50 chilometri da Barcellona.

Oltre ad essere una formazione rocciosa particolare e unica, andare a Montserrat ha due scopi principali: mettersi alla prova con i vari percorsi di trekking, o, se come me non sei particolarmente allenato, visitare il bellissimo monastero benedettino incastonato nella roccia, Santa Maria di Monserrat .

Per tutte le info guarda il sito ufficiale.

 

COME ARRIVARE: il percorso in treno e cabinovia è quello assolutamente da scegliere! Prendi il treno da Plaça Espanya, linea R5 per Aeri de Montserrat, poi prendi la cabinovia per arrivare in cima. 

Se non hai voglia di fare tutto da solo o hai poco tempo, puoi prenotare una bellissima escursione che dura mezza giornata.

 

MUSEO DALÍ

Il Teatro-Museo Salvador Dalì è una delle attrazioni più famose di tutta la Spagna.

Salvador Dalì è un personaggio molto particolare: se non conosci la sua storia ti consiglio di leggerla per farti un’idea dell’artista e dell’uomo di cui sto parlando. Le vicende che hanno dato poi vita a quello che è stato il percorso personale e professionale di Dalì sono veramente fuori dall’ordinario. 

Il museo da lui realizzato e al quale ha poi lavorato anche dopo l’effettiva apertura continuando a modificare e ampliare la struttura, lo rispecchia completamente ed è assolutamente da vedere. Anche perché tutto ciò che riguarda Salvador Dalì è sorprendente!

Dove si trova il museo: distanza da Barcellona 142 km,  in treno circa 2 ore. Fermata Figueres. Dettagli sulla pagina delle ferrovie spagnole.

Entrata a pagamento: adulti 13 euro, bambini gratis sino a 14 anni, ridotto per gli studenti. Puoi prenotare i biglietti direttamente sul sito del teatro-museo.

 

TARRAGONA

Tarragona è una cittadina bellissima a pochi chilometri da Barcellona. In treno ci si impiega solamente un’ora!

Dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, a Tarragona ci sono molte cose da vedere e da fare.

Per esempio, potrai visitare il bellissimo anfiteatro romano, proprio sul mare, fare una passeggiata nel centro storico medievale, assolutamente da non perdere! Inoltre ci sono le spiagge proprio a due passi dalla città. 

Per tutte le informazioni sulle attrazioni da visitare puoi andare sul sito del turismo.

COME ARRIVARE: ovviamente in treno

 

 

Terzo itinerario,

Barcellona nella stagione estiva

Vita da spiaggia!

Sono stata molte volte in estate a Barcellona. L’idea di andare al mare come un abitante del posto mi ha sempre attratto. Vivendo a Milano non ho questo plus del mare che invece offre Barcellona! 

Fare vita da mare in città è, come tutto del resto in questa città, molto divertente. 

Si va in spiaggia, magari con la metropolitana (già questo mi fa sorridere!), e poi si torna a piedi, in ciabatte e asciugamano, percorrendo il lungomare sino alla Rambla. 

Certo, se è la prima volta che vieni in città forse avrai voglia di vedere altro. Ma se invece sei già stato a Barcellona, l’esperienza mare è irrinunciabile!

LA BARCELONETA

Per assaporare appieno la vita da spiaggia locale, il posto giusto è la Barceloneta!

La spiaggia è molto frequentata, invece di prendere costosi ombrelloni e sdraio tutti stendono l’asciugamano sulla sabbia coprendo ogni spazio disponibile. 

Qui troverai gente di ogni età: famiglie con bambini, giovani festaioli, giocatori di bocce.

Mi piace molto partecipare alla vita da spiaggia cittadina,  spontanea e senza grandi pretese. E se hai voglia di mangiare qualcosa, attraversa la strada e vai dal mitico McDonald’s: so che può sembrare strano, ma anche il vecchio Mac qui acquista un fascino diverso…

 

 

ciutat vella
ciutat vella

NOVA MAR BELLA

Se la Barceloneta è troppo caotica, Nova Mar Bella potrebbe essere la spiaggia che fa per te! 

Molto più tranquilla, si tratta di una spiaggia ben attrezzata: ombrelloni, sdraio, bar, ristoranti, bagni e docce. 

Inoltre è organizzata per le persone con disabilità motoria, da la possibilità di entrare e uscire dall’acqua utilizzando delle sedie speciali.

E’ facilmente raggiungibile in metropolitana, linea gialla L4 fermata Selva de Mar.